Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il nuovo Barcellona di Laporta© Getty Images

Il nuovo Barcellona di Laporta

Il club catalano ha eletto per la terza volta presidente l'avvocato che vinse Champions League sia con Rijkaard sia con Guardiola. Nel 2003 aveva trovato una situazione debitoria pesantissima, anche se non come quella di oggi....

Stefano Olivari

8 marzo 2021

  • Link copiato

Joan Laporta è di nuovo presidente del Barcellona, 11 anni dopo la fine della sua prima era, nel 2010, proprio a metà del quadriennio di Pep Guardiola come allenatore della prima squadra. Era un Barcellona di livello stellare, che l’anno prima aveva conquistato il cosiddetto Sextete (campionato, coppa e supercoppa di Spagna, Champions League e Supercoppa europea, Mondiale per club) con i vari Iniesta, Xavi, Piqué, Puyol, oltre ovviamente a quel Messi il cui rinnovo del contratto è tutt’altro che certo anche se Laporta ha in chiave elettorale ‘venduto’ la cosa come già fatta, un po’ come l’ingaggio di Beckham nel 2003 quando fu eletto presidente per la prima volta. Solo che Beckham non solo non arrivò al Barcellona, ma andò dal M

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi