Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La Champions League di Allegri© Getty Images

La Champions League di Allegri

Si chiude un quinquennio di scudetti e di grandi stagioni europee, tranne l'ultima. Di certo questo allenatore il mitico DNA internazionale ha dimostrato di averlo...

Stefano Olivari

17 maggio 2019

  • Link copiato

Massimiliano Allegri non è più l’allenatore della Juventus e di sicuro sarà ricordato come l’uomo dei cinque scudetti consecutivi, impresa che non riuscì nemmeno Carlo Carcano con lo squadrone della prima metà degli anni Trenta: quello squadrone vinse sì cinque scudetti, ma Carcano fu esonerato a metà dell’ultima stagione, anche se per motivi non sportivi. Certo è che l’ossessione della Juventus recente, quella proiettata in una dimensione europea, è la Champions League. E anche qui Allegri ha fatto bene, al di là dell’ovvia considerazione che il trofeo lo alza una squadra sola e che è difficile sostenere che la sua Juventus fosse superiore alle recenti versioni di Real Madrid e Barcellona.

Il buon cammino europeo di Allegri non è un caso, perch

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi