Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il tocco in meno di Guardiola© Getty Images

Il tocco in meno di Guardiola

L'eliminazione del Manchester City nei quarti di finale di Champions League conferma le difficoltà europee, in proporzione al budget, di un allenatore forse zavorrato dalle troppe celebrazioni...

Stefano Olivari

20 aprile 2019

  • Link copiato

La Champions League è un’ossessione non soltanto per la Juventus, ma anche per chi nell’ultimo decennio ha speso più dei bianconeri per essere da corsa, senza mai arrivare nemmeno in finale. Stiamo parlando del Paris Saint-Germain ma nell’attualità del Manchester City, la cui clamorosa eliminazione contro il Tottenham fa riconsiderare la grandezza del magistero di Pep Guardiola. Che in sei anni di Champions League non alla guida del Barcellona di Messi ha ottenuto risultati inferiori alle aspettative sia al Bayern Monaco sia soprattutto al City.

Nel primo anno a Monaco raggiunse subito le semifinali, dove fu brutalizzato dal Real Madrid di Cristiano Ronaldo e Ancelotti. Semifinali anche la stagione seguente con sconfitta netta ad opera del Barce

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi