Calcio Giovanile

Al via il Torneo "Piccole grandi squadre"

Domani, 25 aprile, prenderà il via l’edizione numero venti del torneo internazionale “Piccole Grandi Squadre”. La rassegna intercontinentale giovanile, organizzata dall’U.S.D. Tre Valli con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, è riservata quest’anno alla categoria Giovanissimi 1999. La kermesse scatterà con le partite degli otto gironi eliminatori, per concludersi domenica con le finali del pomeriggio che, come da tradizione, si disputeranno presso il campo sportivo comunale di Branzola, a Villanova Mondovì. Fischio d’inizio affidato alla sfida tra la Selezione ungherese (campione uscente) e il Fossano (ore 10 a San Michele). Nel pomeriggio di giovedì, invece, faranno il proprio esordio le altre squadre (trenta in tutto ai nastri di partenza). I padroni di casa del Tre Valli affronteranno al Comunale di Branzola il Grand Paradis Aosta alle 15.30, mentre le "big" se la vedranno tutte, curiosamente, con formazioni liguri. L’Inter sfiderà alle 19 la Sestrese a Vicoforte, mentre i brasiliani dello Sporting SUL, alle 16 a Bene Vagienna, incontreranno la Voltrese; toccherà invece al Bogliasco il compito di arginare l’entusiasmo dei russi della Dynamo Mosca (fischio d’inizio a Cuneo, nel campo del Parco della Gioventù, alle 18), mentre la Selezione a stelle e strisce Youth Soccer farà il proprio esordio alle 17.30 al Comunale di Mondovì contro l’Arenzano. Gli israeliani del Maccabi Shoham affronteranno il Boves a Pianfei alle 14.30; Juventus, Genoa e Sampdoria, invece, scenderanno in campo soltanto venerdì. Il Grifone disputerà ben tre incontri, completando il proprio girone con la sfida al Tre Valli alle 20.30 (sempre a Branzola). Solo due, invece, le partite per la Juventus allenata dal tandem Molinelli-Ravanelli (i bianconeri sono stati inseriti nel girone E, che ha soltanto tre formazioni). Al mattino (ore 10.30 a Chiusa Pesio) suggestiva sfida alla Virtus Junior Napoli, squadra nel cui vivaio è cresciuto Fabio Quagliarella. Due anche gli incontri dei blucerchiati, che affronteranno prima gli israeliani e poi il Boves. A partire da sabato, le sfide ad eliminazione diretta. A contendersi il trofeo “Devid Beltramo” saranno le otto squadre vincitrici dei gironi. Se tutte le più forti dovessero rispettare il favore dei pronostici e vincere il proprio girone, ci saranno quattro sfide tra l’élite del calcio italiano e quattro tra le migliori scuole di calcio mondiale. Due le certezze: un dejà-vu del “Piccole”, il derby della Lanterna (nella foto, la sfida dell'anno scorso che infiammò i quarti di finale), sarà possibile soltanto in finale, esattamente come il derby d’Italia tra le eterne rivali Inter e Juve.