Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La rimonta della Juventus© Juventus FC via Getty Images

La rimonta della Juventus

Allegri in zona Champions, gli assenti da Mondiale, Mourinho contro Karsdorp e l'addio di Gazidis.

Stefano Olivari

11 novembre

  • Link copiato

La Juventus è rinata come risultati, cinque vittorie consecutive in campionato senza subire gol e 2 punti di distanza da Lazio e Milan seconde, in attesa di farlo come gioco (che nemmeno a Verona è stato eccelso, anzi) e di recuperare tutti quelli che devono fare la differenza, da Pogba allo stesso Vlahovic, fino a Chiesa e Di Maria attualmente a mezzo servizio. I due mesi di stop da Mondiale sono un'incognita per tutti, ma per Allegri forse di più visto che gli juventini convocati sono ben 11: qualcuno tornerà gasato, altri depressi, ma certo è che la rosa è di valore assoluto e nonostante tutto è in zona Champions pur avendo mostrato pochissimo del proprio potenziale. Per lo scudetto è troppo tardi, a meno di un suicidio del Napoli, 10 punti avanti e con pochi problemi interni

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi