Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

L'Europa di Zaniolo© AS Roma via Getty Images

L'Europa di Zaniolo

Il bilancio dei gironi, la mano europea di Pioli, il ritorno di Chiesa, i calcoli di Donnarumma e l'esempio di Piqué.

Stefano Olivari

4 novembre

  • Link copiato

Il calcio italiano esce dai gironi delle coppe europee in maniera più che dignitosa: tre squadre agli ottavi di Champions League, come la Germania e una in meno dell’Inghilterra, ma anche due più di Spagna e Francia: Napoli e Milan hanno fatto il loro, vista la difficoltà dei rispettivi gironi, l’Inter un po’ più del suo e la Juventus molto meno, con tutto il rispetto per il Benfica (ma in bianconeri hanno perso anche con il Maccabi Haifa). In Europa League qualificazione lacrime e sangue per la Roma, che in campo internazionale ha per motivi misteriosi uno Zaniolo più decisivo che in Serie A, e mezzo suicidio della Lazio, che va in Conference League a fare compagnia alla Fiorentina. Assurdo trarre considerazioni sui massimi sistemi da due mesi di calcio ipercom

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi