Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Sergio Brighenti il vero nove

Sergio Brighenti il vero nove

Addio ad un grande attaccante, nella sua vita da allenatore secondo di Vicini a Italia '90. Ed anche innovatore del ruolo di centravanti...

Stefano Olivari

14 ottobre

  • Link copiato

Con la morte di Sergio Brighenti, a 90 anni, se ne va uno dei più grandi attaccanti degli anni Cinquanta, un bravo allenatore ed una bravissima persona, cosa che di solito non è utile per emergere nel grande calcio. Anzi, spesso è controproducente. Brighenti però ce l'ha fatta, partendo dalla sua Modena, mettendosi in luce da riserva nell'Inter di Nyers, Skoglund e Lorenzi, passando poi alla Triestina e soprattutto al Padova, dove Nereo Rocco lo valorizzò al massimo: Brighenti era infatti nato come mezzala velocissima e tosta fisicamente, tatticamente versatile (in carriera fu anche ala e regista), ed il catenaccio di Rocco trovò in lui un contropiedista perfetto. Chi ha visto giocare entrambi dal vivo (bisogna

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi