Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Juventus, la scommessa su Di Maria© Juventus FC via Getty Images

Juventus, la scommessa su Di Maria

Con l'espulsione nel primo tempo della sconfitta di Monza l'argentino ha confermato il suo momento no, ma anche l'assenza di programmazione del club. Perché non può essere sempre colpa soltanto di Allegri...

Stefano Olivari

18 settembre

  • Link copiato

Tutto è stato ormai detto di Massimiliano Allegri e del suo finora fallimentare ritorno alla Juventus, ma al di là del futuro dell’allenatore è evidente che fra poco il mirino si sposterà sui giocatori e poi su chi li ha comprati, da Agnelli a Cherubini passando per Arrivabene. La sconfitta di Monza è la sconfitta di tutti, come è ovvio, ma la faccia è quella di Angel Di Maria. Finora mai in sintonia con Allegri, per usare un eufemismo, l’argentino ha giocato poco e male e a Monza ha visto bene di farsi espellere al 40’ del primo tempo per una gomitata ad Izzo. Ma al di là dell’episodio, decisivo per la vittoria di un Monza che già in parità numerica stava giocando meglio, la perplessità è per D

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi