Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il Milan fatale di Verona© LAPRESSE

Il Milan fatale di Verona

Lo scudetto di Tonali, la verità dell'Arechi, Spezia e Sampdoria risucchiate, la A di Lecce e Cremonese. 

Stefano Olivari

9 maggio

  • Link copiato

Insieme a Maignan, Tomori, Rafael Leão e ovviamente Pioli, Sandro Tonali è nel giorno del suo ventiduesimo compleanno il volto dello scudetto che il Milan sta per vincere, un italiano giovane punto di riferimento della sua squadra dopo la tanta retorica post Macedonia sui giovani italiani che mancano. E dopo tante rievocazioni del 1973 e del 1990 a questo giro Verona non è stata fatale al Milan, che a due giornate dalla fine rimane padrone del suo destino con 2 punti di vantaggio sull’Inter ed il jolly di un pareggio da potersi giocare contro Atalanta o Sassuolo, essendo in vantaggio sui nerazzurri negli scontri diretti. La squadra di Pioli ha reagito bene, senza affanno o isteria, al gol veronese di Faraoni. Quasi la stessa situazione per l’Inter venerdì sera,

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi