Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il mistero di Ancelotti© Getty Images

Il mistero di Ancelotti

Il trionfo del Real Madrid, lo scudetto di Milan e Inter, il futuro di Mazzarri e l'eredità di Raiola. 

Stefano Olivari

2 maggio

  • Link copiato

Per Carlo Ancelotti il quinto grande campionato vinto da allenatore: la Liga con il Real Madrid, dopo lo scudetto 2003-2004 con il Milan, la Premier League 2009-2010 con il Chelsea, la Ligue 1 2012-13 con il PSG e la Bundesliga 2016-17 con il Bayern Monaco, senza contare le tre Champions League e tutto il resto. Quello che le statistiche non dicono è che il sistema di Ancelotti, o se vogliamo l’ancelottismo, non esiste. O meglio, coincide con Ancelotti stesso, pronto a cambiare tatticamente e umanamente pelle a seconda delle circostanze e dei giocatori a disposizione. Certo ha sempre allenato grandi club, in rapporto alla Serie B dell’epoca lo era anche la Reggiana con cui ha iniziato dopo aver fatto da assistente a Sacchi in Nazionale, ma ancora più certo che i

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi