Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Raspadori nel 2026© Getty Images

Raspadori nel 2026

Quale Nazionale dovrà puntare al primo Mondiale a 48 squadre, in base a ciò che vediamo quattro anni prima? La situazione non è tragica, ma i nomi veri a disposizione di Mancini sono pochi...

Stefano Olivari

30 marzo

  • Link copiato

Dopo l’amara vittoria in Turchia gli azzurri di Roberto Mancini danno appuntamento per la Finalissima con l’Argentina del primo giugno a Wembley, da un lato l’ennesima coppetta insulsa creata dai bulimici dirigenti del calcio ma dall’altro anche un’occasione enorme per rifarsi un’immagine internazionale dopo la disfatta con la Macedonia ed in generale tutto il cattivo post Euro 2020. Ma quale Nazionale realisticamente porteremo al Mondiale del 2026? Non è prematuro chiederselo, sia perché Mancini ha già dato spazio a tanti giovani sia perché chi sarà da Mondiale nel 2026 (sempre che ci si vada, certo i posti UEFA saranno 16 invece di 13) dovrebbe essere in pista già oggi, a meno che ci siano Pelé o Maradona sedicenni con il passaporto italiano che sono sfuggiti ad ogni

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi