Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La Serie A come Djokovic© Getty Images

La Serie A come Djokovic

La comunicazione di Mourinho, il Napoli di Insigne, le occasioni di Sarri e la salvezza delle squadre medie. 

Stefano Olivari

7 gennaio

  • Link copiato

La ripresa della Serie A, sia pure con sole 6 partite su 10, è stata piena di spunti calcistici interessanti e sarebbe sbagliato ridurre tutto a Covid, ASL, interpretazioni cervellotiche di provvedimenti governativi che già di loro cambiano ogni due giorni. L’unica squadra rimasta in scia all’Inter per lo scudetto è un eccellente Milan, che contro la Roma ha aperto la partita con un rigore discutibile, pronto alibi per Mourinho, e l’ha di fatto vinta con il regalo di Ibanez, per non parlare dello strampalato arbitraggio di Chiffi (anche come gestione dei cartellini, senza entrare nel merito dei falli da rigore), ma in generale nonostante le assenze se l’è giocata molto bene contro una Roma viva, che ha costretto Maignan a grandi parate. Anche senza guar

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi