Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La fine del grande Vicenza© LaPresse

La fine del grande Vicenza

Quarant'anni fa Giussy Farina annunciò il suo addio al calcio, in realtà provvisorio, e soprattutto il ritorno di Paolo Rossi alla Juventus. Ma quel memorabile ciclo si era di fatto già chiuso... 

Stefano Olivari

21 gennaio 2021

  • Link copiato

La recente morte di Paolo Rossi ha fatto ricordare il grande Vicenza costruito da Giussy Farina, che fra il 1976 ed il 1978 dominò la Serie B e fece grandi cose in Serie A, spingendosi fino ad un incredibile secondo posto alle spalle di una Juventus che in pratica coincideva con la Nazionale di Bearzot. Ma se è bello ricordare l’inizio di un ciclo ed il suo punto più alto, è doveroso anche ricordarne la fine, che ha una data precisa: 22 gennaio 1981, esattamente 40 anni fa, quando Farina annunciò il suo addio al mondo del calcio e contestualmente il passaggio, cioè il ritorno, di Rossi alla Juventus. Due notizie clamorose, anche se tutto sommato non impreviste.

Sì, perché dopo la vetta raggiunta nel 1978, la vittoria alle buste

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi