Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il Mundialito delle botte

Il Mundialito delle botte

Il 3 gennaio 1981 l'Italia perse contro l'Uruguay in una competizione senza futuro e subendo uno dei peggiori arbitraggi della sua storia. Ma anche quella trasferta sarebbe tornata utile a Bearzot...

Stefano Olivari

4 gennaio 2021

  • Link copiato

Una delle sconfitte più ricordate della Nazionale italiana è quella del 3 gennaio 1981, quarant’anni fa, contro l’Uruguay nel cosiddetto Mundialito (Copa de Oro de Campeones Mundiales il nome originale), un torneo a sei squadre a inviti, dove le invitate erano le sei che fino a qualle data avevano vinto il Mondiale: Uruguay, Italia, Germania Ovest, Brasile Inghilterra e Argentina. L’Inghilterra rispose di no, perché il suo massimo campionato (all’epoca la First Division) non faceva soste natalizie e soprattutto perché non credeva nel futuro del torneo, così fu sostituita dall’Olanda che nelle precedenti due edizioni della Coppa del Mondo era stata finalista, per sua sfortuna sempre contro la nazionale ospitante.

Ma dicevamo dell’Italia, che Bearzot portò

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi