Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Paolo Rossi e il Vicenza, una storia infinita© LaPresse

Paolo Rossi e il Vicenza, una storia infinita

L'eroe del Mondiale 1982 è tornato come consigliere nel club che lo lanciò in un memorabile campionato di serie B anni Settanta, quando già era stato etichettato come promessa mancata...

Stefano Olivari

30 novembre 2018

  • Link copiato

Il ritorno di Paolo Rossi a Vicenza e al Vicenza fa notizia, anche se in concreto la stella del Mondiale 1982 non avrà ruoli operativi: sarà consigliere e ambasciatore del club che Renzo Rosso sta rilanciando, con il sogno proibito di tornare ai livelli toccati con il Rossi giocatore. L’imprenditore dell’abbigliamento, inventore del marchio Diesel, forse preso dall’entusiasmo, ha definito Rossi ‘Grande manager’, ma Rossi è soprattutto un’icona e come tale potrebbe avere la sua importanza nel futuro di un club fallito nella scorsa stagione e rinato sfruttando il titolo sportivo del Bassano. Di sicuro il toscano Rossi è il giocatore più famoso nella storia del Vicenza, più anche del vicentino Roberto Baggio che però fu ceduto alla Fiorentina quando aveva 18 anni, anche se è sbagliato dire

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi