Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Le occasioni di Rafinha e Icardi© Getty Images

Le occasioni di Rafinha e Icardi

Il Barcellona è una delle poche squadre di Champions League che rispetta davvero lo spirito delle regole UEFA sugli otto giocatori 'locali', ma negli ultimi tempi anche per i blaugrana la tendenza è quella verso una rosa difficile da distinguere da quella dei concorrenti...

Redazione

25 ottobre 2018

  • Link copiato

La partita di Champions League fra Barcellona e Inter ha messo di fronte Rafinha e Icardi, ex compagni non solo all’Inter dell’anno scorso (che non riscattò il figlio di Mazinho, nonostante l’ottimo finale di stagione) ma soprattutto nelle giovanili del Barcellona prima che Icardi si rendesse conto di non avere sbocchi in prima squadra, in pieno guardiolismo con tanto di obbligo di falso nueve, e accettasse nel gennaio del 2011 le offerte della Sampdoria.

Ma al di là del passato prendiamo Rafinha e Icardi come pretesti per osservare il declino del passaggio dal settore giovanili alla prima squadra, anche per giocatori forti come loro. Nell’ultima stagione completa in cui i due ragazzi (all’epoca diciassettenni) giocarono insieme, la 2009-10, nel Barcellona Juvenil A portiere era

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi