Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

L'Argentina di Messi e altri 22© AFPS

L'Argentina di Messi e altri 22

Le convocazioni di Sampaoli per il Mondiale hanno fornito una sola vera sopresa, l'esclusione di Icardi. L'ennesimo segnale che la squadra, con modulo ancora in divenire, sarà costruita intorno al secondo giocatore del pianeta...

Redazione

22 maggio 2018

  • Link copiato

Se il calcio fosse uno sport logico l’Argentina, con i fuoriclasse assoluti e i tantissimi campioni avuti nella sua storia, avrebbe vinto dieci Coppe del Mondo ed invece ne ha vinte soltanto due grazie a una dittatura militare e al più famoso gol di mano della storia. Per questo le sue convocazioni fanno sempre discutere, per la quantità e la qualità dei giocatori lasciati a casa. Sampaoli alla fine ha portato soltanto 4 attaccanti 'ufficiali' (aggiungeremmo però anche Di Maria e Pavon, all'occorrenza) sui 23 convocati: accanto alla divinità Messi e all’indiscutibile Higuain poteva valere tutto e alla fine il c.t. ha deciso di puntare su Aguero, come al solito tanti gol (quest’anno 30) nel City ma anche fresco di operazione a un gionocchio, più un Dybala che ha buone statistiche ma esce

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi