Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Nations League, l'ultima vittoria di Platini

Nations League, l'ultima vittoria di Platini

La neonata competizione europea, con l'Italia sorteggiata nello stesso girone di Polonia e Portogallo, è stata fortemente voluta dall'ex presidente della UEFA. Ancora con un anno e mezzo di squalifica da scontare, ma con la sua visione del calcio risultata alla fine vincente...

Stefano Olivari

26 gennaio 2018

  • Link copiato

L’entusiasmo di molti italiani per essere stati sorteggiati in Nations League nel girone di Polonia e Portogallo risulta incomprensibile: a meno che una squadra buttata fuori dal Mondiale dall’inguardabile Svezia, e ancora senza un presidente federale o un allenatore, possa guardare dall’alto in basso la settima del pianeta secondo il ranking FIFA e i campioni d’Europa in carica, con tanto di giocatore più forte del mondo. Certo è che questa manifestazione, che offre all’Italia l’opportunità di un rilancio ben prima di Euro 2020, è un’altra, forse l’ultima, grande vittoria politica di Michel Platini. Squalificato fino ad ottobre dell’anno prossimo e del quale si è parlato anche qualche giorno fa, per il suo ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo.

Il grande innominato,

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi