Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Bello camminare in un Valverde© Juventus FC via Getty Images

Bello camminare in un Valverde

Con tre a zero al Bernabeu l'allenatore del Barcellona ha già di fatto conquistato la Liga a Natale, con il Real Madrid a meno 14 punti. Il calcio verticale fa discutere, ma i blaugrana hanno ormai cambiato pelle e non soltanto per la sua mano...

Stefano Olivari

23 dicembre 2017

  • Link copiato

Difficile non buttare in politica Real Madrid-Barcellona, a due giorni dalle elezioni catalane che hanno confermato la prevalenza del sentimento indipendendista, con diverse declinazioni, da parte dalla popolazione. Ma al Bernabeu c’è stato soprattutto il calcio e il calcio ha detto che già a Natale la Liga è finita: con questo 3-0 i blaugrana l’hanno di fatto già vinta per la venticinquesima volta nella loro storia e, per certi aspetti, contro la propria storia. Quello di Ernesto Valverde è infatti probabilmente il Barcellona più verticale dell’era moderna, quella dal segno lasciato da Rinus Michels, arrivato nel 1971 dall’Ajax, in poi. Un’evoluzione iniziata nel dopo Guardiola-Vilanova, con il Tata Martino, ma soprattutto Luis Enrique e scelte societa

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi