Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Le difficili dimissioni di Tavecchio© Getty Images

Le difficili dimissioni di Tavecchio

Mentre gli allenatori sono saltati subito, nella storia italiana quasi mai è successo che il capo della federazione lasciasse volontariamente per un Mondiale andato male. L'unico caso dopo Brasile 2014...

Stefano Olivari

16 novembre 2017

  • Link copiato

Dopo l’infausto esito di Italia-Svezia sono in molti adesso a chiedere le dimissioni di Carlo Tavecchio, in certi casi anche qualcuno che ha contribuito alla sua elezione. La domanda sorge quindi spontanea: premesso che nemmeno nel 1958, visto che il Mondiale era a 16 squadre e non a 32, il fallimento azzurro è stato paragonabile a quello di oggi, quanti presidenti della FIGC si sono dimessi dopo un Mondiale andato male dal punto di vista sportivo? Ottorino Barassi cercò di resistere a ben tre Mondiali andati male: Brasile 1950, Svizzera 1954 e anche Svezia 1958 dove l’Italia non andò. Forte del suo lunghissimo e anche glorioso passato, da segretario generale FIGC nel 1934 e nel 1938 (dell’edizione italiana fu anche responsabile organizzativo), ma sopra

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi