Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

L'Islanda mondiale e le piccole patrie

L'Islanda mondiale e le piccole patrie

Redazione

10 ottobre 2017

  • Link copiato

Nonostante l'eccellente Europeo 2016 in pochi pensavano all'Islanda come favorita nel gruppo I di qualificazione mondiale contro una squadra piena di campioni come la Croazia e realtà solide come Ucraina e Turchia. Invece la squadra di Heimir Hallgrimsson, uno che sembra fatto apposta per la retorica sui semidilettanti (del resto fa sul serio il dentista) mentre tutti i suoi giocatori sono professionisti veri sparsi per l'Europa, ha compiuto un'impresa superiore al 2-1 all'Inghilterra di Hodgson negli ottavi di Euro 2016, conquistando con uno strepitoso rush finale (vittorie sull'Ucraina di Shevchenko e in Turchia) la qualificazione diretta al Mondiale russo e diventando il più piccolo paese nella storia ad essersi qualificato per la manif

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi