Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La Francia rovina il debutto di Ventura: “Pochi accorgimenti e saremo pronti per Israele”

La Francia rovina il debutto di Ventura: “Pochi accorgimenti e saremo pronti per Israele”

Redazione

2 settembre 2016

  • Link copiato

I transalpini vice campioni d'Europa stoppano i sogni di gloria di Giampiero Ventura, all'esordio sulla panchina azzurra. A Bari termina 3-1, determinanti alcune sbavature difensive. Botta e risposta. Al secondo minuto prima chance per l'Italia con Pellè, che calcia fuori di prima intenzione un corner battuto dalla destra da Candreva. La Francia passa in vantaggio: su lancio dalle retrovie, Chiellini non interviene lasciando strada a Martial. La punta del Manchester United beffa Buffon sul primo palo e realizza la sua prima rete con la maglia della Nazionale (17°). Poco più tardi arriva il pari firmato da Graziano Pellè (21°), che sfrutta lo sprint sulla fascia di Éder e arpiona un pallone a centro area: l'ex Southampton si gira eludendo Varane e spiazza di sinistro Mandanda, segnando una rete pregevole. Difesa disattenta. L'euforia dura poco. Spiove una palla sul lato sinistro dell'area italiana, Chiellini è ancora poco reattivo e consente a Giroud (28°) di mandare in rete al volo con il sinistro. Una disattenzione sfruttata in modo cinico da Pogba & Co. per il nuovo vantaggio ospite. Una fitta ragnatela di passaggi consente a Candreva (38°) di provare un tiro-cross basso, ma senza fortuna. Si va al riposo con la Francia in vantaggio. Poi ad inizio ripresa Ventura fa debuttare Donnarumma e Rugani, inseriti insieme a Montolivo che al 59° prova con un destro teso dalla distanza ed impegna Mandanda in corner. Tris e partita chiusa. Al quarto d'ora stessa situazione a parti invertite, con Payet e Donnarumma protagonisti: tiro respinto a terra dal baby del Milan. Un'altra disattenzione marchiana provoca il gol con cui i francesi chiudono i conti all'81°. Pogba serve Kurzawa sulla linea di fondo, ma il laterale di origine polacca riesce ad infilare Donnarumma sul primo palo e fa tris. Stavolta chi si perde l'avversario è Candreva. Ventura dovrà lavorare sulla tenuta della retroguardia con pochissimo tempo a disposizione: lunedì sarà già tempo d'esordio nelle qualificazioni mondiali in Israele. Parola ai protagonisti. Giorgio Chiellini non ha vissuto una serata esaltante, anche dal punto di vista individuale: “Potevamo fare meglio, non è stata una gara facile. Ventura ci ha fatto un'ottima impressione ed un buonissimo impatto sul gruppo. Buone le trame offensive, ma dobbiamo velocizzare i tempi. Le mie disattenzioni difensive? Sulla seconda rete di Giroud non ho letto l'azione tempestivamente. Ma potevamo fare meglio tutti in occasione delle rete della Francia”. Giampiero Ventura sa che ci saranno da limare alcuni aspetti: “Sono soddisfatto per quello che ho visto perché abbiamo avuto poco tempo per lavorare insieme. Se i ragazzi metteranno sempre questa disponibilità, il tempo ci darà ragione. La differenza sul piano fisico si è sentita, loro sono stati più in palla. Sono convinto che con pochi accorgimenti, per la gara contro Israele saremo pronti”. Al settimo cielo Donnarumma, alla prima maglia azzurra ad appena 17 anni: “Debuttare in Nazionale è stata un'emozione indescrivibile e stupenda. Devo ringraziare il Mister Ventura per questa opportunità. Buffon? Mi ha detto di stare tranquillo, mettere in pratica ciò che so fare e divertirmi”. Bari, Stadio San Nicola, 1° settembre 2016, amichevole Italia-Francia 1-3 Italia (3-5-2): Buffon [C] (46° Donnarumma); Barzagli (46° Montolivo), Astori, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (46° Rugani), Bonaventura (66° Verratti), De Sciglio (58° Florenzi); Pellè, Éder (75° Belotti). (In panchina: Gabbiadini, Immobile, Bernardeschi, Pavoletti, Ogbonna, Marchetti, Antonelli). Commissario Tecnico: Giampiero Ventura. Francia (4-3-3): Mandanda; Sidibé, Varane, Koscielny (83° Umtiti), Kurzawa (90°+2 Digne); Pogba, Kanté, Matuidi (63° Sissoko); Griezmann (63° Dembélé), Giroud (46° Gignac), Martial (46° Payet). (In panchina: Kondogbia, Costil, Corchia, Rami, Areola, Gameiro). Commissario Tecnico: Didier Deschamps. Arbitro: Kuipers (Olanda). Reti: 17° Martial, 21° Pellè, 28° Giroud, 81° Kurzawa. Note: ammoniti Sidibé, Belotti; spettatori 39.000. Fabio Ornano @fabio_ornano

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi