Altro

Euro 2016, Slovacchia-Inghilterra 0-0

Hodgson mette in campo un corposo turnover per la gara contro la Slovacchia, che invece si affida alla sua formazione-tipo di questo Europeo. Inglesi già ammessi agli ottavi, mentre la squadra di Kozák è in cerca di un risultato importante per andare avanti. Entrambe comunque con un orecchio a Tolosa per Russia-Galles. Slovacchi praticamente assenti dal campo nella prima frazione: ci prova solo Pecovsky (7') con un destro alto. Per il resto è solo Inghilterra. Il portiere Kozacik è costretto ad intervenire su Vardy (17', che supera Skrtel ma calcia debolmente) e Lallana (33', destro su suggerimento di Clyne), mentre i compagni Pekarík (9') e Durica (44') mettono una pezza sulle conclusioni rispettivamente di Sturridge e Henderson. Da segnalare al 18' un intervento scomposto con il gomito alto di Bertrand su Pekarík, che sanguina vistosamente dal naso per poi rientrare regolarmente. Una buona Inghilterra, organizzata ma poco incisiva in area, giganteggia su un avversario schiacciato continuamente nella sua metà campo. Slovacchia in grave difficoltà soprattutto sulla fascia sinistra, dove Hubocan si dimostra incapace di arginare un Clyne incontenibile. Brivido per i tifosi inglesi al 53': Smalling compie un retropassaggio di petto troppo debole per Hart; si inserisce Mák che, per loro fortuna, non riesce a calciare. Pochi secondi dopo, nel capovolgimento di fronte, Sturridge serve un ottimo pallone in profondità per il velocissimo Clyne, che calcia di destro; Kozacík respinge il suo tiro con la spalla. Weiss (55') si trova davanti ad Hart e spara da due passi: il numero 1 inglese si oppone alla conclusione. Altra grande chance per gli inglesi con Alli (61'), che devia al volo un traversone da destra di Henderson ma trova sulla sua strada il salvataggio di Skrtel. Lancio al millimetro in verticale di Dier per Sturridge (74'), che però non arriva sulla sfera. Il subentrato Rooney (75') calcia da fuori con il destro, ma a lui si oppone ancora il capitano slovacco Skrtel. I due selezionatori giocano le ultime carte: Hodgson infoltisce l'attacco e così al collega Kozák non resta che rinforzare ulteriormente la retroguardia. Kane (88') non arriva a deviare di testa il traversone da destra di Dier. Destro pretenzioso di Alli (93'), altissimo. Finisce a reti bianche: davvero incredibile, considerando la partita tutta d'attacco dei britannici. Il Galles, vincendo con la Russia nell'altra partita, vince il girone con 6 punti davanti a Inghilterra (5) e Slovacchia (4). Quest'ultima ha a questo punto buone possibilità di passare tra le 4 migliori terze. I PIÙ E I MENO + Matus Kozacík: semplicemente insuperabile. Gli inglesi non sono riusciti a superarlo, nonostante i tentativi. + Nathaniel Clyne: un esterno destro con i fiocchi. Sprinta fino alla fine, crossando e proponendosi a ripetizione. + Eric Dier: nel cuore dell'azione inglese, sfodera più di una volta un lancio preciso ed illuminante. + Martin Skrtel: in una gara di grande difficoltà, emerge nella battaglia e vende cara la pelle. - Tomas Hubocan: soffre maledettamente Clyne, che gli fa vivere una serata da incubo. - Robert Mák: ha la chance della vita sull'errore di Smalling. Non si fa trovare pronto e reattivo. IL TABELLINO Saint-Étienne, 20 giugno Slovacchia-Inghilterra 0-0 Slovacchia (4-2-3-1): Kozácik; Pekarík, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Pecovský (67' Gyömber); Hamsík, Mák, Weiss (78' Skriniar); Duda (57' Svento). In panchina: Mucha, Gregus, Sesták, Stoch, Nemec, Novota, Hrosovský, Saláta, Duris. Ct: Kozák. Inghilterra (4-3-2-1): Hart; Clyne, Cahill, Smalling, Bertrand; Henderson, Dier, Wilshere (56' Rooney); Sturridge (76' Kane), Lallana (61' Alli); Vardy. In panchina: Walker, Rose, Milner, Sterling, Forster, Stones, Barkley, Rashford, Heaton. Ct: Hodgson. Arbitro: Velasco Carballo (Spagna). Note: ammoniti Pecovsky, Bertrand; recupero: 1' pt, 5' st. Uomo partita Uefa: Kozacík. Fabio Ornano @fabio_ornano