Calcio

Euro 2016, la Polonia spera in Lewandowski

La Polonia ha vissuto il miglior momento della sua storia a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, soprattutto grazie alle 4 partecipazioni di fila al Mondiale (con due terzi posti ottenuti) e un oro olimpico. Ma nonostante i vari Deyna, Szarmach e Lato, in quel periodo la selezione polacca non fu mai in grado di qualificarsi all'Europeo. La prima volta è stata nel 2008, seguita da quella di 4 anni fa da paese organizzatore insieme all'Ucraina: in entrambi i casi l'avventura finì al primo turno. Gli uomini di Nawałka vogliono assolutamente cambiare questo trend e sembrano in grado di poterlo fare agevolmente, forti di un fuoriclasse che risponde al nome di Robert Lewandowski. Anche se dietro al bomber del Bayern, in verità, non c'è un collettivo di altrettanto valore. La squadra è tuttavia provvista di giovani interessanti, alcuni dei quali impegnati nel calcio italiano. La stella: Robert Lewandowski Una crescita inarrestabile, quella dell'attaccante di Varsavia, iniziata 10 anni fa dalla terza divisione polacca. Ne ha fatto di strada da allora... una strada lastricata di reti. In patria si è laureato capocannoniere di tutte e 3 le maggiori divisioni nazionali, passando dal Lech Poznan al Borussia Dortmund nel 2010. Dopo una stagione di ambientamento, è esploso anche in Bundesliga da bomber implacabile, protagonista nella conquista di 2 Schale consecutivi e di una finale di Champions League persa contro il Bayern Monaco. Passato proprio ai bavaresi nell'estate 2014, ha continuato a stupire: questa stagione, contro il Wolfsburg, ha segnato 5 gol in 9 minuti da sostituto! Un exploit che ha ulteriormente incrementato la sua popolarità. Con la Nazionale, di cui è diventato capitano, ha eguagliato il primato di reti nelle eliminatorie europee: 13, sebbene contro avversari tutt'altro che irresistibili. Le speranze della Polonia di ben figurare all'Europeo passano inevitabilmente da lui. lewandowski Il Commissario Tecnico: Adam Nawałka (23.10.1957) Buon centrocampista attivo negli anni Settanta, stella del Wisła Cracovia, prese parte da titolare al Mondiale di Argentina '78. Purtroppo, la sua carriera è stata frenata da infortuni ricorrenti che lo hanno portato all'uscita dal grande calcio a soli 27 anni. Si trasferì negli Stati Uniti e continuò a giocare a livello semiprofessionistico nei Polish-American Eagles, affiancando il calcio ad alcuni lavori. Nel 1990 ritornò in patria e si occupò della vendita di automobili, fino al 1995 quando conseguì il patentino da allenatore che gli consentì di rientrare nel suo ambiente. Ha guidato il “suo” Wisła, Zaglebie Lubin, GKS Katowice e Gornik Zabrze, prima della chiamata dell'ex compagno di Nazionale Boniek alla guida della selezione polacca. Ha centrato subito la qualificazione all'Europeo. I nomi della rosa: PORTIERI: Artur BORUC (20.2.1980, Bournemouth – ING), Łukasz FABIAŃSKI (18.4.1985, Swansea City – GAL), Wojciech SZCZĘSNY (18.4.1990, Roma – ITA), Przemyslaw TYTOŃ (4.1.1987, Stoccarda - GER) DIFENSORI: Jakub WAWRZYNIAK (7.7.1983, Lechia Gdańsk), Łukasz PISZCZEK (3.6.1985, Borussia Dortmund – GER), Maciej RYBUS (19.8.1989, Terek Grozny – RUS), Kamil GLIK (3.2.1988, Torino – ITA), Artur JĘDRZEJCZYK (4.11.1987, Legia Varsavia), Michał PAZDAN (21.9.1987, Legia Varsavia), Bartosz SALAMON (1.5.1991, Cagliari – ITA), Igor LEWCZUK (30.5.1985, Legia Varsavia), Łukasz SKUKAŁA (26.5.1984, Osmanlıspor – TUR), Thiago CIONEK (21.4.1986, Palermo – ITA), Pawel DAWIDOWICZ (20.5.1995, Benfica B – POR), Paweł ORLOWSKI (13.2.1990, Colonia – GER), Marcin KOMOROWSKI (17.4.1984, Terek Grozny – RUS), Rafał JANICKI (5.7.1992, Lechia Gdańsk), Łukasz BROŹ (17.12.1985, Legia Varsavia), Tomasz KĘDZIORA (11.6.1994, Lech Poznań) CENTROCAMPISTI: Jakub BŁASZCZYKOWSKI (14.12.1985, Fiorentina – ITA), Tomasz JODŁOWIEC (8.9.1985, Legia Varsavia), Kamil GROSICKI (8.6.1988, Rennes – FRA), Grzegorz KRYCHOWIAK (29.1.1990, Siviglia – SPA), Piotr ZIELIŃSKI (20.5.1994, Empoli – ITA), Ariel BORYSIUK (29.7.1991, Legia Varsavia), Paweł WSZOŁEK (30.4.1992, Verona – ITA), Bartosz KAPUSTKA (23.12.1996, Cracovia), Filip STARZYŃSKI (27.5.1991, Zaglębie Lubin), Karol LINETTY (2.2.1995, Lech Poznań), Sebastian MILA (10.7.1992, Lechia Gdańsk), Sławomir PESZKO (19.2.1985, Lechia Gdańsk), Krzysztof MĄCZYŃSKI (23.5.1987, Wisła Cracovia), Michał KUCHARCZYK (20.3.1991, Legia Varsavia) ATTACCANTI: Robert LEWANDOWSKI (21.8.1988, Bayern Monaco – GER), Arkadiusz MILIK (28.2.1994, Ajax – OLA), Łukasz TEODORCZYK (3.6.1991, Dinamo Kiev – UCR), Artur SOBIECH (12.6.1990, Hannover 96 – GER), Mariusz STĘPIŃSKI (12.5.1995, Ruch Chorzów), Kamil WILCZEK (14.1.1988, Brøndby – DAN), Patryk TUSZYŃSKI (13.12.1989, Çaykur Rizespor – TUR), Dawid KOWNACKI (14.3.1997, Lech Poznań) Così nelle qualificazioni: Gruppo D (Germania 22, POLONIA 21, Irlanda 18, Scozia 15, Georgia 9, Gibilterra 0) 7/9/2014, Faro/Loulé, Gibilterra-Polonia 0-7 (Grosicki 2, Lewandowski 4, Szukała) 11/10/2014, Varsavia, Polonia-Germania 2-0 (Milik, Mila) 14/10/2014, Varsavia, Polonia-Scozia 2-2 (Mączyński, Milik) 14/11/2014, Tbilisi, Georgia-Polonia 0-4 (Glik, Krychowiak, Mila, Milik) 29/3/2015, Dublino, Irlanda-Polonia 1-1 (Peszko) 13/6/2015, Varsavia, Polonia-Georgia 4-0 (Milik, Lewandowski 3) 4/9/2015, Francoforte, Germania-Polonia 3-1 (Lewandowski) 7/9/2015, Varsavia, Polonia-Gibilterra 8-1 (Grosicki 2, Lewandowski 2, Milik 2, Błasczykowski rig., Kapustka) 8/10/2015, Glasgow, Scozia-Polonia 2-2 (Lewandowski 2) 11/10/2015, Varsavia, Polonia-Irlanda 2-1 (Krychowiak, Lewandowski) Probabile formazione (4-2-3-1): Fabiański (Boruc) – Piszczek, Glik, Szukała (Pazdan), Rybus – Krychowiak, Mączyński – Błaszczykowski, Milik, Grosicki – Lewandowski. Fase finale - Gruppo C 12/6, Nizza, Polonia-Irlanda del Nord 16/6, Saint-Denis, Germania-Polonia 21/6, Marsiglia, Ucraina-Polonia Pronostico: quarti di finale ________________________________ Fabio Ornano