Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il tabù rotto da Sarri e Mancini

Il tabù rotto da Sarri e Mancini

Redazione

20 gennaio 2016

  • Link copiato

Esiste qualcosa di più improbabile di Roberto Mancini paladino dei diritti degli omosessuali? Eppure l'ultimo Napoli-Inter sarà ricordato non per il risultato a sorpresa, viste le premesse, ma soltanto per il 'frocio' e 'finocchio' che nel finale di partita Maurizio Sarri ha urlato all'indirizzo dell'allenatore dell'Inter quando Mancini ha protestato con il quarto uomo per i cinque minuti di recupero concessi da Valeri. Concedeteci di saltare a piedi pari sia il temino progressista con la morale a Sarri 'troglodita' sia quello da uomini di calcio con la contromorale a Mancini 'spia': i problemi degli omosessuali nel calcio, soprattutto in quello minore, sono ben diversi dall'insulto di un allenatore di serie A etero ad un altro. Il vero ta

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi