Calcio

Podolski, viva i selfie e la bella vita

Per un M’Vila che se ne va, a Gennaio c’è stato un Podolski che arriva. Serviva per aumentare il tasso tecnico dell’attacco nerazzurro, visto il periodo di scarsa vena di Palacio. Ma se l’Arsenal è stata disposta a cederlo senza troppi complimenti, un motivo doveva pur esserci. E in effetti il tedesco è parso veramente un giocatore sul viale del tramonto, con molte note negative e un solo spunto positivo: un gran gol all’Udinese, l’unico. Mancini dopo aver insistito un po’ deve arrendersi all’evidenza dei fatti e finisce per bocciarlo senza appello. Anche lui viene ricordato per ragioni ben lontane dall’essere sportive: ha dimostrato di aver scelto l’Inter perché adora Milano e l’ha visitata da perfetto turista. Non si contano, infatti, gli innumerevoli selfie che si è fatto in giro per la città. Cristian Vitali @Stracult [poll id="31"]     Guarda il Video Ufficiale del Calciobidone 2015: