Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

26 giugno 2015

  • Link copiato

Nessuno più di Joseph Blatter ha la possibilità di guadagnarsi la maggioranza dei voti dei 209 paesi affiliati alla FIFA, quindi dopo tre settimane di riflessione il 79enne presidente della federazione mondiale ha deciso nella sostanza di rimangiarsi le dimissioni (che poi dimissioni non erano, ma soltanto un annuncio di dimissioni) date in seguito all'operazione dell'FBI che ha portato all'arresto di sette alti dirigenti e a metterne nel mirino molti altri. Fra i quali non ci sarebbe Blatter, che però da vecchia volpe ci penserà mille volte prima di programmare un viaggio negli Stati Uniti (al di là del fatto che quasi tutti gli arresti siano stati eseguiti sul suolo svizzero) o anche soltanto in Canada, al punto che la sua presenza alla finale di Coppa del Mondo femminile è in dubbio: un

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi