Altro

Pioli a caccia di Eriksson

15 febbraio 2015: la Lazio espugna Udine con un calcio di rigore trasformato da Antonio Candreva. Nessuno quel giorno poteva immaginare che quello era solo il primo passo della formazione di Pioli verso una  lunga striscia di successi. Dopo i tre punti presi al Friuli, i biancocelesti hanno battuto il Palermo (2-1), il Sassuolo (3-0), la Fiorentina (4-0), il Torino (2-0), il Verona (2-0), il Cagliari (3-1) e l’Empoli (4-0). Otto successi consecutivi, ventiquattro punti su ventiquattro, appena due gol incassati, ben ventuno realizzati (quello laziale è il miglior attacco del campionato). E in mezzo, la finale di Coppa Italia guadagnata ai danni del Napoli, con la certezza di giocarsi anche la Supercoppa italiana della prossima stagione. Numeri mostruosi che riportano la Lazio ai tempi di Tommaso Maestrelli (1972-73) e di Delio Rossi (2006-07). Anche in quelle gestioni, i romani riuscirono a inanellare otto gare vinte consecutivamente. A questo punto, nel mirino c’è la Lazio di Sven Goran Eriksson: il record del club infatti è rappresentato dalle nove vittorie di fila ottenute dallo svedese nel 1998-99, stagione in cui la squadra si piazzò seconda alle spalle del Milan. Un secondo posto amaro che fece da preludio allo scudetto dell’anno seguente. A differenza del 1999, la piazza d’onore sarebbe questa volta salutata con grande entusiasmo, perché riporterebbe la Lazio dritta dritta ai gironi di Champions League, dove manca dal 2007-08. È proprio grazie al filotto attuale che l’Aquila è volata alle spalle della Juventus, guarda caso prossima avversaria di Klose e compagni (appuntamento sabato sera allo Juventus Stadium), prendendosi la seconda piazza della classifica e completando l’operazione di sorpasso a danno dei dirimpettai giallorossi. Una rimonta pazzesca, quella sui cugini. L’undici di Garcia, infatti, prima delle otto vittorie di fila laziali, era avanti di dodici lunghezze. Il sorpasso effettuato accende il finale di stagione, che vede le due romane contendersi il primato cittadino, in quella che probabilmente sarà una entusiasmante lotta fino all’ultimo punto. [gallery]