Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

18 febbraio 2015

  • Link copiato

Solidarietà con l'asterisco ad Arrigo Sacchi, attaccato dalle centinaia di opinionisti che hanno vergato migliaia di articoli sulla bellezza del costruirsi i giocatori in casa, del prodotto italiano, della nazionale, della cantera, eccetera. Tutto per una frase infelice, anche se in linea con il linguaggio reale del 90% degli addetti ai lavori, pronunciata lunedì sera a Montecatini, sui troppi giocatori di colore nelle squadre giovanili italiane, che riprendeva un suo discorso articolato del giorno prima in cui, prendendo spunto dal torneo di Viareggio, aveva affermato di vergognarsi di essere italiano, vedendo che alcune nostre formazioni giovanili hanno in rosa una quindicina di giocatori non convocabili (a prescindere dal colore) per nazionali italiane. In sostanza, ave

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi