Altro

Serie A a 18 squadre, il regalo di Tavecchio

Carlo Tavecchio ci ha fatto un regalo di Natale, sia pure con l'asterisco: non turni di serie A durante le festività natalizie, come ha fatto intelligentemente la Lega di B (infatti è materia da Lega, non da FIGC), quando le mitiche famiglie hanno più tempo libero, ma la serie A a 18 squadre. Per il momento soltanto a parole, in un'intervista piena di buoni propositi concessa al Corriere della Sera. L'idea del presidente federale voluto da Galliani, Lotito, Preziosi e anche di qualche altro (anche da Inter e Napoli) sarebbe quella di tornare al passato già dalla stagione 2016-17, per finire i campionati con qualche settimana di anticipo e dare modo alle nazionali di lavorare. Troppo tardi per venire incontro a Conte, che per quell'epoca chissà su quale panchina sarà, ma abbastanza presto in generale, dal momento che il cambiamento dovrebbe essere approvato nei prossimi mesi in modo che i club possano fare mercato sapendo quante promozioni e retrocessioni ci saranno nella stagione 2015-16. Quindi questa sarebbe anche la volontà politica, semplifichiamo ma non troppo, di Milan-Mediaset, Napoli, Inter, Lazio, eccetera? Ne dubitiamo fortemente, al di là del fatto che quella zona grigia di club da bassa seria A-alta serie B farà le barricate in entrambe le leghe interessate. Per non parlare si Sky, ovviamente interessata a che si giochi il più possibile, Juventus e Roma a cui della Nazionale interessa il giusto, di tutto un sistema mediatico che si vedrebbe privato di un mese di circo, difficilmente rimpiazzabile dagli allenamenti da Coverciano. Il confronto con le grandi leghe europee lascia pochi spazio ad equivoci: Premier League. Ligue 1 e Liga sono a 20 squadre, la Bundesliga a 18 ma con una sosta di 40 giorni (si è giocato fino al 21 dicembre, si riprenderà il 30 gennaio) che in Italia e non solo in Italia sarebbe inconcepibile. Detto questo, noi tifiamo per il ritorno alle 18 squadre e per le partite tutte di pomeriggio, ma siamo coscienti del fatto che Tavecchio ha voluto fare una buona figura natalizia a costo zero. Twitter @StefanoOlivari