Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

23 dicembre 2014

  • Link copiato

Non era la prima volta che la Supercoppa usciva dai confini italiani. Siamo già andati a incassare a Washington, a New York, tre volte a Pechino e persino nella Libia di Gheddafi, quando ancora non era un pericolo, ma uno dei “nostri”. E il luogo della manifestazione è stato spesso al centro di polemiche. Le più veementi restano quelle dello scorso anno, quando la Lazio premeva per andare a Pechino e la Juve per rimanere in Italia: risultato-contentino, si giocò in Italia ma in casa della Lazio (cioè della squadra vincitrice della Coppa Italia e non di quella scudettata), con garanzia di un guadagno pari a quello che avrebbe garantito il mercato asiatico. Garanzia che poi fu rivista, quando la Juve presentò ricorso sulla divisione dei guadagni. Tutto molto italiano, insomma. A Doha è anda

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi