Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

19 novembre 2014

  • Link copiato

Antonio Conte ha scoperto che in Italia importa della Nazionale soltanto in occasione delle fasi finali di Mondiali e (nemmeno sempre) Europei? Lo ha fatto dopo l'inutile amichevole con l'Albania, ma soprattutto l'ha fatto dopo 25 anni di calcio vissuti da professionista e quasi sempre ai massimi livelli. Dire che nel calcio italiano di club si lavora poco non solo è infondato e autolesionista (la sua Juventus lavorava poco?), ma suona come una patetica giustificazione preventiva per fallimenti che non sono all'orizzonte ma che possono sempre materializzarsi. Contro la squadra ben allenata da De Biasi e Tramezzani i problemi dell'Italia B, per non dire C, dalla tante geo-convocazioni non sono sembrati certo fisici e nemmeno di atteggiamento (tutti hanno dato ciò che avevam

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi