Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

20 ottobre 2014

  • Link copiato

Mario Balotelli ha segnato un gol nelle ultime 21 partite giocate in Premier League, fra Manchester City e Liverpool, con quasi 70 tiri verso la porta effettuati. Non siamo amanti delle statistiche, perché il calcio non è né il baseball né la pallavolo, ma questi numeri supportano la cattiva impressione che dalla sua fase finale milanista ad oggi ci sta facendo il più grande talento italiano. Ieri pomeriggio, visto per 90' e passa contro il QPR, pensiamo abbia toccato il punto più basso della sua carriera. Non perché abbia giocato peggio di altre volte, ma perché in una (brutta, nonostante il finale emozionante) partita che è andata avanti a fiammate lui è sembrato un corpo estraneo non tanto al Liverpool, che peraltro Rodgers guida con mano meno ferma rispetto alla scorsa

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi