Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

12 giugno 2014

  • Link copiato

Michel Platini ormai è un qatariota ad honorem, non solo per lo scellerato (ma nel suo caso onesto, in quanto dichiarato pubblicamente) voto a favore del Mondiale 2022 in un paese di 400mila abitanti (e con 50 gradi di temperatura in estate). Il delirio mondiale rischia di far passare sotto silenzio la riduzione nella riduzione delle sanzioni a Manchester City (qui non si parla di Qatar, ma di Emirati Arabi) e soprattutto Paris Saint-Germain per il mancato rispetto del fair play finanziario UEFA attraverso sponsorizzazioni tarocche (nel senso che i soldi erano veri, ma gli sponsor collegabili facilmente ai due club). Al di là delle sanzioni finanziarie, che comunque nei fatti saranno ridotte di due terzi, quelle tecniche prevedevano rose di 21 giocatori per la Champions League. Non una gra

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi