Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

4 giugno 2014

  • Link copiato

Lo scandalo del Mondiale 2022 letteralmente comprato dal Qatar forse non toglierà la manifestazione all'emirato arabo, ma potrebbe costare la presidenza della FIFA a Michel Platini. Il quale in pochi mesi ha visto rovinato il suo capitale di credibilità personale, dovuta al suo carisma, alle buone doti di mediatore mostrate da numero uno UEFA (qualcuno ha più notizie della Superlega?), oltre che ad una grandissima carriera da calciatore. Colpa dell'Esecutivo FIFA del 2010, che assegnò il Mondiale 2018 alla Russia e quello 2022 (che 2022 dovrebbe rimanere, le ultime dal mondo dei diritti tivù dicono che i big spender spingano per gennaio) appunto al Qatar. Candidatura sempre sostenuta apertamente da Platini stesso, come presidente dell'UEFA ma soprattutto come francese (su ispirazione di Sa

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi