Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

19 marzo 2014

  • Link copiato

Nel silenzio imbarazzato e imbarazzante del 90 per 100 dei media sportivi sono state rese note le motivazioni con cui la sesta sezione della corte d'Appello di Napoli ha condannato, per associazione per delinquere, Luciano Moggi, Pierluigi Pairetto e Innocenzo Mazzini. Nelle loro figure, va ricordato, di direttore generale della Juventus, di designatore arbitrale (il processo a Bergamo andrà invece rifatto) e di vicepresidente federale. Visto che si tratta dell'ultimo possibile giudizio di merito, Calciopoli (o meglio, 'questa' Calciopoli) può dirsi chiusa con buona pace di chi invitava nel 2006 ad 'aspettare la giustizia ordinaria'. Certo, si può vivere senza calcio, ma cancellare la serie A per 8 anni non era sembrata già da subito una buona idea. Nelle oltre 200 pagine

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi