Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

13 gennaio 2014

  • Link copiato

Alla fine, decisa come non mai, Barbara Berlusconi ha silurato Massimiliano Allegri dopo la disfatta di Sassuolo, nella notte che ricorderemo anche per il poker di Domenico Berardi. La giovane manager l’ha fatto nel modo che è più congeniale a lei e alla madre Veronica: un comunicato all’Ansa in cui si chiedevano cambiamenti repentini. E sono arrivati. Massimiliano Allegri non è più allenatore del Milan dopo tre anni e mezzo in rossonero e uno scudetto vinto ai tempi di Ibrahimovic e Thiago Silva. In queste ore, mentre sto scrivendo, si cerca il successore. E tutto mi fa pensare che sarà proprio Barbara, magari dopo un definitivo confronto con papà Silvio, a fare il nome del tecnico. L’esonero di Allegri si porta infatti dietro un’altra ovvia, logica conseguenza: l’ulteriore indebolimento

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi