Altro

I migliori e i peggiori della 12ª giornata

PROMOSSI Daniele Conti Una doppietta da tre punti quella del capitano del Cagliari, che trafigge per due volte su punizione il malcapitato Padelli. Come l'anno scorso, due reti al Torino. Bellissima la corsa verso il figlio Manuel, dopo il secondo gol. Antonio Conte Prima mette pressione a Benitez e al Napoli, poi stravince il big match di giornata, arrivando a -1 dalla vetta. Dopo il pareggio col Real Madrid, un'altra grande prova per i suoi ragazzi, che ormai hanno messo alle spalle la sconfitta di Firenze. Alla faccia della fame che stava venendo meno in casa Juve. Keita Baldé Diao Gran bel pomeriggio per questo diciottenne spagnolo, che al Tardini illude la Lazio, trafiggendo Mirante per il momentaneo 1-0. Nel primo tempo aveva fatto le prove generali, prima di sinistro e poi di testa. Nella ripresa, segna in dribbling il primo gol da professionista, al debutto da titolare. Giuseppe Rossi Un gol su rigore e una perla da fuori area con un tiro a giro. Primo giocatore dell'anno ad andare in doppia cifra. Per Pepito Rossi continua il momento d'oro. Montella e Prandelli gongolano. Delio Rossi, a cui la doppietta del suo omonimo è fatale, un po' meno. Gian Piero Gasperini Da quando è tornato, il Genoa vola: quarta vittoria in sei partite e terza vittoria consecutiva (e tutte senza subire reti). Ferma la marcia del Verona, piazzandosi al settimo posto, proprio alle spalle degli scaligeri. Uno dei casi in cui il cambio in corsa ha fatto bene alla squadra. Javier Zanetti Sei mesi e undici giorni dopo la rottura del tendine d'Achille, rieccolo in campo.  Contro il Livorno, nella partita che segna il congedo di Moratti presidente, entra al 37' della ripresa e si prende il tributo di San Siro. A quarant'anni passati, è sempre da esempio per tutti. Grazie Javier. RIMANDATI Rafa Benitez La botta è pesante, esce a pezzi dallo Juventus Stadium e perde terreno nei confronti delle rivali per lo scudetto. Ha perso già due scontri diretti (a ottobre c'era stato lo 0-2 a Roma), prendendo cinque gol senza segnarne, con l'attenuante però di averli giocati entrambi in trasferta. Adem Ljajic Il serbo ha diverse occasioni per chiudere la partita ed evitare un finale di sofferenza alla Roma, ma le spreca tutte, trovando un ottimo Pegolo sulla sua strada. Il Sassuolo ringrazia e nei minuti di recupero, ancora con il giovane Berardi, realizza il gol del pareggio all'Olimpico. BOCCIATI Gianluca Curci Non è al primo errore pesante della stagione. La topica sul gol di Livaja costa al Bologna la sconfitta a tempo scaduto. L'Atalanta sale a 16, i felsinei restano nei bassi fondi. Pioli dovrà riflettere sull'adeguatezza del suo portiere, non irresistibile neppure sul gol di Brivio. Francesco Bardi Toppa proprio la gara che non doveva toppare, a San Siro contro la squadra che detiene il suo cartellino. L'autogol spiana la strada a Walter Mazzarri, che sconfigge la sua città e il suo passato. Dopo quelli di Pucino e Moras, è il terzo autogol a favore dell'Inter in questo avvio di stagione. Riccardo Montolivo Il Milan soffre ancora e non va oltre lo 0-0 in casa del Chievo. Il capitano si fa espellere per doppia ammonizione, complicando ancora di più la sfida ai rossoneri. Ma quando era in campo, l'ex fiorentino non stava affatto brillando. Giovanni Del Bianco twitter: @g_delbianco