Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La guerra di Barbara Berlusconi

Redazione

4 novembre 2013

  • Link copiato

«Non ho chiesto la testa di Galliani, ma solo di cambiare filosofia aziendale». La correzione tentata in extremis da Barbara Berlusconi non cambia la sostanza della cosa. Un’autentica bomba per chi ha sempre visto il Milan dominare nella comunicazione. Chiedere un cambio di filosofia in una società che da oltre vent’anni è rappresentata plasticamente dal suo amministratore delegato significa domandarne l’uscita, con la non piccola precisazione che la richiedente stavolta è la figlia del capo. Che qualcosa si stesse muovendo nella galassia Milan era noto a tutti. E da tempo. Da quando, ormai più di due anni fa, la neodottoressa in filosofia Barbara Berlusconi aveva deciso di entrarvi a tempo pieno. Un ruolo rivendicato con orgoglio anche pochi giorni fa, quando qualche giornalista sollecit

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi