Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

13 settembre 2013

  • Link copiato

Da 25 anni il Barcellona è al squadra di club più tifata del mondo da chi non è tifoso, o per lo meno non lo è in maniera fanatica. Ed il merito è del vituperato tiki taka, cioè il gioco costruito con una fitta serie di passaggi che da quando Johann Cruijff prese in mano i blaugrana (1988, dopo avere lasciato l'Ajax) manda in bestia gli avversari. Paradossalmente anche quelli che il Barcellona l'hanno battuto, che in maniera grottesca esaltano la propria furbizia anche nelle rievocazioni. Un gioco che nel quadriennio 2008-2012 di Guardiola, più crujffiano di Cruijff, ha raggiunto un livello teorico e pratico inimmaginabile grazie soprattutto ai suoi interpreti: in ordine di importanza Iniesta, Xavi e Messi, con tutti i sat

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi