Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il Cagliari nemmeno doveva esserci

Redazione

24 settembre 2012

  • Link copiato

Della Tre Giorni di Cagliari-Roma conclusasi, mentre scriviamo queste righe, con il tre a zero a tavolino per la Roma assegnato dal giudice sportivo Tosel l'aspetto più incredibile non è l'atteggiamento arrogante-pretestuoso di Cellino che sta giocando una sua partita con i politici di Cagliari o quello furbetto di Baldini (simpaticamente accostato a un avvoltoio in un comunicato del Cagliari) che in realtà era felice di non doversi presentare con una Roma senza De Rossi, ma il fatto che sia possibile iscriversi alla serie A italiana senza avere un campo su cui giocare. Poi si possono fare dibattiti sulla decisione della Prefettura e sulla chiamata 'alle armi' di Cellino contro la partita a porte chiuse, ma questo non toglie che al Cagli

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi