Altro

I pixel di Italia-Malta

Durante Bulgaria-Italia, il telecronista Rai ha continuamente attaccato la regia bulgara, accusandola di incapacità, tra un sorrisetto pungente e un'ironia beffarda, sottolineando anche, quando c’erano riprese corrette, che «queste che vedete invece sono immagini italiane, e si vede». Brutto segno quando gli elogi non te li fanno gli altri ma te li devi fare da solo. Purtroppo alla Rai non ne va dritta una e in occasione di Italia-Malta, la tv di stato si è persa il gol del 2-0 per mostrare un inutile replay. L'unico momento di rilievo nel torpore generale della partita. E non sono arrivate nemmeno delle scuse - facciamo finta di niente, che forse non si è accorto nessuno. Alta professionalità. O forse, le immagini erano sempre della regia bulgara. Senza andare a rivangare sul servizio (?) offerto dalla Rai agli Europei, basta andare a vedere lo spettacolo di Italia-Malta, con commenti celebrativi per l'attacco azzurro, raramente così spento, e giustificazioni assurde come «non è mai bello vincere 5-0 o 6-0». Ma il massimo della gara con i maltesi è stata la grafica, con lo stemma di Malta "pixelato" e chiaramente scaricato da Google (vedi immagine): addirittura con lo sfondo nero, proprio come quando scarichi un'immagine dal web. Non hanno nemmeno provato a scontornarlo o a cercarne un altro ad alta risoluzione. Ecco come immagino siano andate le cose: a pochi minuti dall'inizio della partita, qualcuno deve essersi accorto che «ao', nun c'avemo er logo de Malta», «ma che te frega, scaricamolo da internet!». Problema risolto. Giovanni Del Bianco g.delbianco@guerinsportivo.it