Altro

Il numero: la 28^ giornata

Nel corso della 28° giornata di Serie A sono state realizzate 24 reti, che hanno contribuito a portare il totale stagionale a 702 marcature. Rispetto allo scorso anno si registrano, dopo 28 turni, 24 gol in più. La media stagionale di 2,51 gol a partita si conferma, però, una delle più basse in assoluto dei campionati di Serie A a 20 squadre con i tre punti a vittoria. Se concentriamo l’attenzione solo sulle gare del girone di ritorno, possiamo notare come, rispetto allo scorso campionato, si siano segnate 3 reti in meno (227 contro le 230 di dodici mesi fa), anche se va evidenziato come, rispetto alle prime 9 giornate del girone d’andata di questo campionato, in queste prime 9 giornate del girone di ritorno siano state segnate 3 reti in più (227 contro 224). Nonostante abbiano segnato più reti le squadre impegnate in trasferta (14 a 10) il totale stagionale vede sempre avanti i gol casalinghi 414 contro i 288 realizzati dalle squadre impegnate in trasferta. Le reti segnate nei secondi tempi in questo turno (14) sono state superiori, ancora una volta, a quelle realizzate nei primi 45 minuti di gioco (10). I gol messi a segno nella ripresa in questa stagione si confermano la maggioranza schiacciante (402 a 300). Per la quarta volta in questo campionato i giocatori stranieri hanno realizzato lo stesso numero di reti (12) di quelli italiani. Adesso il totale generale vede gli stranieri a quota 379 reti contro i 323 gol realizzati dai giocatori italiani. La tipologia dei risultati verificatisi in questo turno ha visto, ancora una volta, l’affermazione dei pareggi (4). Rispetto allo scorso anno si contano 7 successi interni in meno e 7 pareggi in più. Le 6 vittorie di giornata hanno contribuito a portare a 198 il totale dei successi stagionali, contro gli 82 pareggi sin qui verificatisi. Rispetto le prime 28 giornate dello scorso anno dobbiamo evidenziare come siano aumentati i pareggi (29% rispetto il 27% del 2010-11) e siano diminuite le vittorie interne (46% rispetto al 48% del 2010-11). Lo "0-0" di Milano fra Inter e Atalanta ha portato a 35 il totale stagionale del risultato a reti bianche che si conferma ancora come quello più volte verificatosi. Al secondo posto troviamo il "2-0" (28 volte), mentre, al terzo posto, c'é l’"1-0" (26 volte). Dobbiamo evidenziare, comunque, come il successo generico per "1-0" si confermi quello più frequente in generale con 47 casi su 280 (ovvero un risultato su 6 in media). Al secondo posto troviamo il generico “2-0” (44 casi) ed al terzo il “2-1” (37 casi). Per comprendere meglio quanto sia abbastanza arido di reti questo campionato rispetto ai precedenti, basta evidenziare la percentuale degli “0-0” sui risultati totali. Lo scorso campionato, ad esempio, furono 34 gli “0-0” totali, ovvero l’8,9% e l’annata precedente l’8,1%. Attualmente le gare terminate senza gol (35 come detto) sono addirittura maggiori delle ultime due annate nonostante manchino ancora 100 gare al termine del campionato e rappresentano il 12,5%. Il miglior attacco stagionale del campionato si conferma quello del Milan (57 reti), mentre quello meno prolifico (con 16 segnature) appartiene sempre al Cesena. La miglior difesa si conferma quella juventina con solo 17 gol subiti, mentre quella più perforata è sempre quella del Genoa con 49 reti subite. La Juventus si conferma unica squadra imbattuta del campionato. Il Milan resta la squadra che ha vinto più gare (18). La Juventus mantiene la leadership anche per quello che riguarda la graduatoria delle gare pareggiate (14). Il Cesena è la squadra che ha perso più gare (19). Cavani ha realizzato la 51° doppietta di questo campionato (la 4° sia personale che per il il Napoli in questo campionato). Pinilla, invece, ha realizzato l’ottava tripletta di questo campionato (la prima personale e la seconda per il Cagliari). Da evidenziare come nelle ultime 4 giornate siano state realizzate 4 triplette. Sale ancora, in maniera esponenziale, la quota dei rigori. Durante l’ultimo turno sono stati concessi 6 rigori (di cui due sbagliati) che hanno portato il computo stagionale a quota 98, una cifra molto elevata considerando che la media stagionale è di 3,5 a giornata. Nella scorsa stagione, tanto per fare un esempio, la media generale fu di 2,9 rigori concessi a giornata, mentre, in quella precedente era stata toccata la media di 3,2. Attualmente, la media stagionale dei rigori concessi è superiore, quindi, in una misura addirittura del 21% rispetto lo scorso anno. Ed è superiore anche la media dei rigori realizzati (81% quest’anno, ovvero 79 su 98), rispetto a quelli delle scorse 2 annate (73%). Un altro dato da evidenziare è sicuramente la percentuale delle reti segnate su rigore rispetto al totale. Nella scorsa stagione le reti segnate su rigore rappresentarono l’8,4% sul totale dei gol realizzati. In questa stagione sono, attualmente, l’11,3% (ovvero il 46% in più). Da sottolineare come, esclusi i gol segnati su rigore, le reti totali in questo campionato siano attualmente solo 623, ovvero 2,23 a partita. Lo scorso anno le reti non segnate su rigore furono 875, ovvero 2,30 a gara. I 7 espulsi del 28° turno hanno portato ad 81 il numero dei giocatori espulsi in questo campionato. Sebbene la media stagionale sia di 2,89 espulsi a giornata (leggermente superiore rispetto a quella della scorsa stagione), va evidenziato come, nelle 9 giornate del girone di ritorno siano già stati espulsi 36 giocatori (4 di media a giornata). Nelle prime 9 giornate del girone d’andata gli espulsi furono solo 21 (media di 2,3 a giornata). Cagliari, Chievo e Siena hanno subito solo un’espulsione contro, mentre i giocatori del Cesena hanno subito ben 9 cartellini rossi. Il Bologna è la squadra che ha avuto più espulsioni a favore (8).