Altro

Viareggio Cup, buona la prima della Juve

Tutto secondo copione nella prima giornata della Viareggio Cup che ha visto protagoniste le squadre raggruppate nei primi sei gironi. L'unica vera sorpresa, se così vogliamo definirla, l'hanno offerta i tosti ragazzotti dell'Anderlecht (peraltro accompagnati da ottime referenze), che nella gara inaugurale hanno bloccato sul pareggio i campioni uscenti dell'Inter. Vero che i nerazzurri di Stramaccioni sono stati raggiunti in pieno recupero (su azione di calcio d'angolo che in verità non avrebbe dovuto essere assegnato), ma va detto che in più occasioni l'Anderlecht aveva impensierito Raffaele Di Gennaro, portiere classe 93, bravo a neutralizzare almeno un paio di limpide palle-gol costruite dai belgi, complice anche una difesa dell'Inter lenta e impacciata specie nei due centrali (Spendlhofer e Kysela). Nessun problema per la Juventus (alla 100a vittoria nella manifestazione viareggina) contro un Nordsjaelland che ha pagato le vicissitudini dell'apocalittico viaggio cui l'ha costretto il maltempo. I danesi sono arrivati a La Spezia solo poche ore prima dell'inizio della partita e sono naufragati dopo 20-25' di calcio discreto. Juve già in palla da centrocampo in su (doppietta per il bomber Padovano, nella foto la prima realizzazione, e qualche bella giocata ispirata dalla linea di trequartisti composta da Ruggiero, Beltrame e De Silvestro), ma vista la debolezza del girone dei bianconeri (dove gli australiani dell'APIA Leichhardt e i dilettanti del Città di Marino non sono andati oltre lo 0-0), bisognerà attendere almeno gli ottavi di finale per un giudizio attendibile sulla formazione di Baroni. Esordio positivo per Atalanta (determinata a salvare almeno parzialmente con la Viareggio Cup una stagione fin qui da dimenticare), Empoli (Matteo Saccà, classe 94, conferma il suo fiuto del gol realizzando una doppietta contro i magiari della Honved) e Sampdoria (tre reti a un Dukla Praga lontano parente della squadra che dal 1964 al 1980 ha vinto ben sei edizioni della Coppa Carnevale). Da rivedere l'Aspire Qatar, autore di cinque gol contro un Viareggio che però schiera una mista Berretti-Allievi decisamente sottodimensionata al valore complessivo del torneo, mentre meritano attenzione i Pumas messicani: non tanto per la vittoria sullo Spezia, quanto per la buona tradizione del loro settore giovanile. Gianluca Grassi Segnalateci, giornata per giornata, i giocatori che più vi hanno impressionato, con un breve commento. Nel resoconto che faremo sul Gs di marzo evidenzieremo il "podio" delle vostre preferenze. I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA Girone 1 Inter-Anderlecht 1-1 6' st Romanò (I), 47' De Wilde (A) Siena-Reggina 0-0 Girone 2 Atalanta-Juventude 1-0 20' pt Cais Aspire-Viareggio 5-1 15' pt Ali (A), 45' Raoul (A); 1' e 34' st Uwaegbulam (A), 21' Laras (V), 36' Ali (A) Girone 3 Genoa-Wanderers 1-0 33' st Maisto rig. LIAC New York-Poggibonsi 0-2 24' pt Cicali; 1' st Grano Girone 4 Juventus-Nordsjaelland 6-1 25' pt Ruggiero (J) rig., 34' Padovan (J); 13' st Beltrame (J), 23' Padovan (J), 28' Rohde (N), 40' De Silvestro (J) APIA Leichhardt-Città di Marino 0-0 Girone 5 Empoli-Honved 3-0 10' e 30' pt Saccà, 36' Mazzanti Pakhtakor-Arzanese 3-3 5' pt Sergeev (P), 9' Florio (A), 28' Farinelli (A) rig.; 7' st Rekun (P), 11' Nishorov (P), 20' Tenneriello (A) Girone 6 Sampdoria-Dukla Praga 3-0 13' pt Piana; 13' st Ghiglia, 15' Icardi Pumas-Spezia 2-1 15' pt Grasselli (S) aut., 16' Fiaschi (S), 32' st Guinones (P)