Altro

Viareggio Cup, tutto ebbe inizio al bar

È partita ieri la 64a edizione del Torneo di Viareggio, da alcune stagioni ribattezzato Viareggio Cup, una delle più importanti e famose manifestazioni mondiali di calcio giovanile a livello di club, nata dalla passione sportiva di Torquato Bresciani, primo presidente del Centro Giovani Calciatori di Viareggio. Più o meno tutti sanno che il vincitore della prima edizione del Torneo fu il Milan, che il 28 febbraio 1949 sconfisse in finale 5-1 la Lazio (reti rossonere di Poletti, Santagostino, doppietta di Manenti e Lega, mentre il gol della bandiera per la lazio venne realizzato su rigore da Rosati), ma pochi possono ricordare che esattamente un anno prima Bresciani e i suoi amici, pur tra le mille ristrettezze del dopoguerra, avevano dato vita a una sorta di prova generale. Un torneo a otto squadre aperto ai bar della zona. E non poteva essere diversamente, visto che proprio un locale pubblico, il Bar Trieste, era stato prescelto il 20 novembre 1947 come sede del club viareggino fondato da Bresciani. Il torneo venne vinto dal Bar Lencioni (entrato così nella leggenda), espressione del rione dei "Quattro Venti", che in finale ebbe la meglio per 3-0 sul Bar Fattore. Questo il tabellino della storica sfida (nella foto la squadra vincitrice): BAR LENCIONI: Bonuccelli, Fiorani, Michelotti, Di Beo, Gianni, Pardini, Lencioni, Benetti, Greco, Bacci, Cupisti. BAR FATTORE: Malfatti, Lazzerini, Bonuccelli, Franceschi, Ghiselli, Dinelli II, Dinelli I, Santini, Stefanini, Lucignani, Sciacqua. Arbitro: Cappelli di Viareggio. Reti: 5' pt Cupisti; 25' st Lencioni, 27' Benetti. Gianluca Grassi Nel Gs in edicola dal 10 febbraio, troverete uno speciale di 18 pagine sulla storia della Viareggio Cup, con resoconto di tutte le edizioni dal 1949 a oggi, compreso il tabellino di ogni finale. Mentre sul sito vi terremo aggiornati sull'andamento del torneo di quest'anno.