Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Calci, cuori ballerini e il bello del dilettante

Redazione

23 dicembre 2011

  • Link copiato

In Olanda non ci si annoia mai, nemmeno agli ottavi di coppa nazionale. Anche se non sempre per ragioni strettamente calcistiche. Hanno ormai fatto il giro del globo le immagini di Esteban Alvarado, portiere costaricano dell’AZ, che nel match di cartello contro l’Ajax è stato aggredito da un invasore di campo. Il 19enne, evidentemente ubriaco, ha tentato di colpire il Alvarado, che lo ha scaraventato a terra assestandogli un paio di calci. L’arbitro Bart Nijhuis lo ha espulso, scatenando le ire del tecnico Gertjan Verbeek, che ha ritirato la squadra. Alle 22.15 il bus del club di Alkmaar usciva scortato dall’Amsterdam Arena. E’ seguita una giornata piena di parole e polemiche. La Federcalcio oranje ha comunque già tolto la squalifica ad Alvarado, in attesa di pronunciarsi sull’esito della partita (omologazione del risultato – 1-0 Ajax? Vittoria a tavolino? Ripetizione dell’incontro?). Intanto un sondaggio lanciato dal quotidiano AD ha visto il 65% degli interpellati definire “ridicolo” il cartellino rosso sventolato dal direttore di gara al portiere costaricano, già rientrato in patrai per le festività. L’altro big match in cartello, Twente-PSV Eindhoven, si è invece giocato regolarmente per 120 minuti. Solo nei supplementari si è sbloccato il match, con il botta e risposta Matavz-Janko, quest’ultimo su rigore. A far pendere definitivamente la bilancia dalla parte del club della Philips ci ha pensato Douglas, curiosamente il giocatore dal miglior rendimento in Eredivisie al giro di boa della pausa invernale, con un errore da oratorio che ha regalato a Matavz la palla del definitivo 2-1. Il Twente di Adriaanse continua a essere una grande incompiuta. Momenti di paura nel match tra RKC Waalwijk e Go Ahead Eagles, vinto dai primi 3-2 in rimonta, per l’uscita dal campo di un affaticato Evander Sno con una mano sul petto. La scorsa estate l’ex Ajax non aveva superato le visite mediche al Genoa per un problema al cuore, evidentemente non ritenuto rilevante dai medici del club olandese. Martedì sera però qualcuno ha sudato freddo. Se in Germania c’è stata l’impresa del Kiel, squadra di quarta divisione che ha estromesso il Mainz, in Olanda la serata da favola è toccata ai dilettanti del GVVV. Dopo essersi sbarazzati nel turno precedente dell’Excelsior, club di Eredivisie, gli amatori di Veenendaal hanno umiliato un’altra squadra pro, ancora una volta di Rotterdam: è toccato al decaduto Sparta salutare la competizione, sconfitto ai rigori. Il resto: Il 4-0 dell’Heracles Almelo sul De Graafschap ha regalato una splendida rete in rovesciata dello svedese di origini caraibiche Samuel Armenteros, mentre l’Heerenveen si è confermato macchina da gol demolendo 11-1 i cadetti del Fc Oss - in dieci per trequarti di gara. Hanno completato il quadro il facile successo del Nec Nijmegen sui dilettanti dell’Achilles ’29 e la faticosa vittoria del Vitesse sul campo di un battagliero Fc Eindhoven. Questo il quadro dei quarti di finale: Heracles Almelo-RKC Waalwijk; Vitesse-Heerenveen; Ajax/Az-GVVV; PSV-NEC.

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi