Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

21 novembre 2011

  • Link copiato

Il dominio spagnolo negli sport più popolari del mondo (calcio, basket Usa esclusi, ciclismo, tennis), fenomeno esploso con queste proporzioni solo negli ultimi anni, fa rosicare chi perde e soprattutto chi prima guardava la Spagna dall'alto in basso un po' in tutte le discipline. Vale per l'Italia, ma ancor di più per la Francia. Dove per la prima volta un personaggio di grande livello, come è tuttora Yannick Noah nonostante i suoi giorni di gloria risalgano ormai a quasi 30 anni fa (Roland Garros 1983), ha detto ad alta voce quello che tutti pensano e che solo le differenti leggi antidoping fra i vari paesi, unite a una massiccia dose di omertà (il caso Fuentes è emblematico), hanno mantenuto nel girone dei 'si dice'. Il discorso di Noah nell'intervista rilasciata a Le Monde, è stato in realtà molto più articolato: partendo dall'impossibilità di controlli seri, è arrivato alla (peraltro non originale) richiesta di legalizzazione del doping. Le rare inchieste arrivano a gettare qualche schizzo di fango sul solito ciclismo, sull'atletica, di recente anche su tennis e basket, ma ovviamente mai sul calcio che anche in Spagna può far muovere masse di pecoroni che altri sport, pur popolari, non muovono. Nessuno scenderebbe in piazza per una squalifica di due anni di Contador, ma non sappiamo cosa succederebbe se lo stesso provvedimento venisse preso, poniamo, nei confronti del Barcellona. Per il momento gli ha risposto solo Toni Nadal, lo zio-allenatore di Rafa, con un colpo di fioretto: ''Potrei rivelare tutte le cose strane che a proposito di doping mi hanno raccontato su Noah''. Che infatti non ha chiesto di mettere alla gogna gli sportivi spagnoli, ma solo di mettere sullo stesso piano tutti i professionisti del mondo senza l'ipocrisia della tutela della salute. Lo sport agonistico fa male in ogni caso, non è il jogging del quarantenne che si sente in colpa dopo una piatto in più di lasagne. twitter @StefanoOlivari

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi