Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

12 aprile 2011

  • Link copiato

Mi telefona un amico, un caro amico che da anni vive dentro la Juventus. «Guarda che Buffon non giocherà più per quest’anno. Ormai ha rotto con la società e ha capito che Marotta e il resto della truppa hanno scelto Storari. Farà un’apparizione contro il Napoli all’ultima giornata, ma solo per salutare i tifosi». Metto giù il telefono e rifletto: ha ragione lui. Ripenso all’ultima intervista di Storari, che alla Gazzetta dello Sport ha parlato non da dodicesimo, bensì da numero uno. Ripenso alla strana malattia di Gigi, in particolare a quella sopraggiunta un attimo prima della partita contro la Roma (sua futura squadra?). Ripenso alle parole di Gigi Del Neri di qualche mese fa che segnalarono per prime la novità: invece di esultare per il ritorno del portierone azzurro, mise in discussione le gerarchie, salvo una timida retromarcia tentata l'indomani. Evidentemente la Juventus ha fatto una scelta da tempo. Aggiungo che Storari si sta dimostrando un portiere affidabile e che a 34 anni ha vinto la sua scommessa: superare il numero 1. Ma perché questo mistero su Buffon, sulle sue condizioni fisiche e di separato in casa. I mal di schiena e le sindromi influenzali prima o poi passano, specie le seconde visto che i calciatori sono tutti vaccinati. Mi auguro di vedere Buffon domenica a Firenze, per mettere a tacere le insinuazioni e per smentire nel modo migliore quella telefonata. La scorsa non è andato nemmeno allo stadio a vedere la squadra vincere contro il Genoa, è stato con Alena e i bambini. Bocca cucita la Juve, bocca cucita lui. Almeno per ora. Tuttavia mai dimenticare che da Campione del Mondo e da vicepallone d’oro questo ragazzo è andato in Serie B. Qualcosa significherà ancora per i tifosi. Se c'è qualche juventino all'ascolto, si esprima. PS Tra le altre cose resta sospesa anche la vicenda del contratto di Del Piero In esclusiva al Guerin Sportivo disse a gennaio che avrebbe voluto chiudere presto, probabilmente entro marzo. Siamo già ad aprile e Ale ha persino annunciato di essere pronto a firmare in bianco. Ma non in bianconero?

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi