Altro

La prima volta di Bale

La stella del Tottenham ha sempre avuto il calcio nel sangue. La sua prima volta in uno stadio è stata a 3 anni, per assistere alle prodezze dello zio...

Cosa dire ancora di Gareth Bale? Non certo che potrebbe giocare per l'Inghilterra, nonostante una nonna inglese l'avesse reso eleggibile per i Leoni (adesso non più, ovviamente, avendo già giocato più volte per la selezione maggiore del Galles) e molti giornali non abbiano ancora ben chiara la distinzione fra inglesi e gallesi. E nemmeno che lo vogliono l'Inter, la Juventus, il Real Madrid, il Chelsea, forse anche lo Zilina e il Lecce. Una cosa che non sapevamo è che fosse nipote nientemeno che di Chris Pyke, attaccante di culto (anche del Fulham) e gloria del Cardiff City (soprattutto all'inizio dei Novanta). Bale ha più volte ricordato che la sua prima volta in uno stadio è stata all'età di 3 anni, quindi nel 1992, allo storico Ninian Park di Cardiff (costruito nel 1910 e destinato a diventare un condominio di lusso, mentre adesso lo stadio di riferimento dei Bluebirds è il Cardiff City Stadium) proprio per vedere le prodezze dello zio. Difficile ricordare qualcosa di visto a 3 anni (Hernan Crespo, classe 1975, sostiene comunque di avere visto la finale del Mondiale 1978 in braccio a suo padre), ma di sicuro in seguito Pyke non ha fatto mancare al giovane Gareth i suoi consigli. Il principale è stato quello di giocare fin da subito in Inghilterra (nel Southampton) invece di accettare offerte di club più vicini a casa.