Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Previews: The Championships - Wimbledon 2024

LONDON, ENGLAND - JUNE 28: Jannik Sinner of Italy leaves the practice courts prior to The Championships Wimbledon 2024 at All England Lawn Tennis and Croquet Club on June 28, 2024 in London, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)© Getty Images

Lo Wimbledon di Sinner-Berrettini

Sorteggio poco fortunato per gli italiani e le italiane a Londra, con l'unico azzurro da seconda settimana che potrebbe uscire dal secondo turno fra il numero 1 del mondo ed il finalista 2021...

28 giugno

  • Link copiato

Il primo Wimbledon con un italiano numero 1 al mondo ha sorteggiato per Jannik Sinner un tabellone difficile e non soltanto perché al secondo turno dovrebbe esserci la sfida con Matteo Berrettini, finalista nel 2021 e che almeno sull’erba ricorda il miglior Berrettini, come si è visto a Stoccarda fino alla finale persa con Draper. Al primo turno Sinner fresco del trionfo ad Halle avrà Hanfmann, al terzo probabilmente Griekspoor, negli ottavi Shelton e la sua potente incoscienza, nei quarti l'ex bestia nera Medvedev e in semifinale l’altro grande favorito, Carlos Alcaraz. In altre parole, se Djokovic sarà in cattive condizioni (e certo non sta bene) il tabellone rischia davvero di essere zoppo. Perché che per vincere si debbano battere tutti i migliori è un luogo comune infondato, visto che spesso i campioni beneficiano del lavoro sporco fatto da altri. Non è stato il caso di Sinner agli Australian Open, che dagli ottavi in avanti superò Khachanov, Rublev, Djokovic e Medvedev, ma è stato ad esempio il caso del Sinner l’anno scorso semifinalista a Wimbledon, senza incrociare Fritz e Ruud, teste serie 9 e 4, che erano dalla sua parte di tabellone, ed in generale senza incrociare alcuna testa di serie prima di perdere con Djokovic. Era un Sinner diverso, in ogni caso, anche se è passato poco tempo. Probabile che Sinner-Berrettini diventi una di quelle partite che tutti diranno di aver visto, per lo meno speriamolo.

Non si può dire che agli altri italiani sia andata benissimo, a partire ovviamente da Berrettini, che ha comunque un primo turno complicato con Fucsovics. Missione impossibile per Bellucci, bravo a superare le qualificazioni, contro Shelton, mentre Arnaldi ha subito Tiafoe ed in ogni caso le colonne d’Ercole di Alcaraz al terzo turno. Ha una discreta situazione Sonego, che al primo turno affronta Navone, giocatore certo non da erba (ma nemmeno Sonego lo è), al secondo nessuno di insuperabile ed al terzo un Ruud di un altro pianeta (che al secondo turno magari avrà avuto un Fognini che giustamente non molla) ma fuori dal suo ambiente. Grande attesa per Lorenzo Musetti, dopo la finale del Queen’s persa con Paul: primo turno facile con Lestienne, poi forse il derby con Darderi e al terzo turno Rublev. Sarebbe l’ottavo in cui c’è anche Tsitsipas e dove si prevedono le maggiori sorprese: magari Musetti uscirà di scena subito, ma il tabellone permette almeno di sognare. Cobolli, che al primo turno ha Hijikata, può arrivare al terzo contro Fritz, così come Nardi può uscire subito, ed è probabile che esca subito, come arrivare al terzo contro Djokovic. Ricapitolando: mettendo l’asterisco su Musetti, l’unico italiano che vedrà la seconda settimana nel torneo maschile uscirà dalla sfida Sinner-Berrettini.

E le donne? Lucia Bronzetti ha una missione impossibile: la Fernandez al primo turno, eventualmente la Wozniacki al secondo, eventualissimamente la Rybakina al terzo. Jasmine Paolini non avrà tanto tempo per godersi il suo nuovo e quasi incredibile status: la numero 7 del mondo avrà infatti subito la Sorribes Tormo, un secondo turno abbaordabile ed un terzo con la mina vangante Andreescu o con l’emergente Noskova (che parte con la Errani, compagna di doppio della Paolini). Nei teorici ottavi la Keys, e probabilmente anche la Paolini di questi tempi fimerebbe per un risultato del genere sull'erba. Martina Trevisan ha un primo turno difficilissimo contro appunto la Keys, ma dovesse compiere l’impresa su una superficie a lei sgradita avrebbe una buona strada verso l’ottavo della Paolini o di chi per lei: non ci crediamo, ma il tennis femminile riserva sorprese anche più grandi. Supersfortunata Elisabetta Cocciaretto, bravissima al Roland Garros ma anche sull’erba di Birmingham, che al primo turno ha la Todoni ma al secondo la Gauff, che questo torneo lo può anche vincere e che l’ha asfaltata negli ottavi a Parigi. Previsione per le italiane: nessuna oltre il terzo turno, con la speranza di sbagliarci almeno con la Paolini on fire di questi tempi.

stefano@indiscreto.net

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Loading...

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi